Bici da randonnée – Thorn Audax MK3

Bici da brevetti/randonnée o da cicloturismo leggero.

Montata personalmente per questo tipo di utilizzo. Bici nuova, effettuata solo breve uscita di 50km per controllo generale del montaggio.

Adatta a lunghe percorrenze tipiche dei brevetti di lunga distanza come la Parigi-Brest-Parigi o la Londra-Edinburgo-Londra in stile classico. E’ stato scelto un montaggio in grado di essere a basso costo e di semplice manutenzione in caso di riparazioni on the road.

Vendo a € 1200,00 così come in foto, per ogni dettaglio contattatemi lasciando un commento o via mail a fabio.albertoni75@gmail.com

Telaio: Thorn Audax MK3, misura 57cm Medium/Large (per la geometria vedi immagine fondo pagina), forcella Thorn Audax MK3 R.

Dettagli dal sito Thorn:

Frame accepts 28.6mm clamp-on front derailleur, deep-drop 47/57mm Allen key fitting brakes, rear OLN is 132.5mm to accept either 130 or 135mm hubs. Frame will take 32c Schwalbe Supreme tyre with mudguards. Thorn 858 double butted seamless cro-mo tube, one set of bosses on rear triangle for racks or mudguards, down-tube bosses accept either stops or Shimano down-tube levers but not Campagnolo. 

Frame weight is 2.3kg (average).

Montaggio:

Ruote – assemblate a mano, mozzi Shimano 105 5700 10v 32 fori, cerchi Mavic Open Pro. Raggi posteriori DT Swiss Revolution 2.0/1.5/2.0, anteriori DT Swiss Competition 2.0/1.8/2.0. Coperture Continental GP 4 Season 700x25mm.

Trasmissione – 8 velocità (durata, costi contenuti), guarnitura Sugino tripla modificata a doppia con corone Specialitès TA 46-30, cassetta Shimano 13-26 8v, catena Shimano 8v, deragliatore anteriore Dura-Ace 7410 8v a fascetta, cambio posteriore Ultegra 6700 10v, comandi al telaio Shimano SL-R400.

Freni – Tektro R539 47-59mm, leve freno Shimano BL-R400

Manubrio e attacco – Nitto Noodle 42cm, Nitto UI 85 EX 110mm

Reggisella e sella – Nitto S65, Selle Italia C2 Gel Flow

Pedali – Shimano PD-R540

Parafanghi – SKS Bluemels 35mm

Portaborraccia – Elite Custom Race

Pompa – Zéfal HPX misura 1 (al telaio, fodero sx, non presente in foto)

Peso bici completa con pedali e parafanghi kg 10.2

Geometria telaio

Un Bondone invernale

Il 2019 è l’ anno della Parigi-Brest-Parigi, come tutti sanno, che ovviamente è anche il mio obbiettivo ciclistico di questa stagione. Se però riesco a iscrivermi. Ad oggi infatti sono rimasti solo un migliaio di posti disponibili, e con il mio 300 di pre-qualifica ho ancora qualche speranza di farcela. Lo scoprirò il 25 Febbraio.

Meglio comunque prepararsi, che tanto se non è la PBP qualcosa di alternativo lo si trova sempre.

Domenica ero libero, e cogliendo l’ occasione di una gita in famiglia sulla neve alle Viote del Monte Bondone, ho deciso di raggiungerli in bici. Febbraio, mattina presto, salita dal versante Nord, temperature rigide, la mia bici leggera in manutenzione ecc. ecc., tutte scuse per una testa che forse ha perso un po’ di abitudine a quelle sane strusciate che in fin dei conti sono quello per cui vado ancora in bici. E come poi si è visto, tutte scuse inutili.

Sì, a salire ci abbiamo messo 3 ore da casa (con me anche Carlo, e grazie perché se non fosse stato per lui con tutta probabilità mi sarei rigirato nel letto), sì, era freddo (sottozero in valle e sulla salita 2/3 gradi sopra massimo), sì, ho fatto una bella faticaccia, ma ne è valsa davvero la pena. L’ essenza del ciclismo invernale, come ha scritto poi Carlo in un suo post su Instagram.

E’ stata poi la molla che mi ha fatto pensare: ” SI PUO’ FARE”. Così dopo un paio di giorni sono pronto per la replica con il Passo Bordala. Altri orari ma soprattutto altre temperature! Comunque la caccia alle salite è aperta, per fortuna. E mi viene da pensare perché ho aspettato così tanto…