La prima Flèche Velocio in Italia

Plaque-Cadre-Vélocio-650x444

Questo mese si terrà la prima edizione della Flèche Velocio italiana.

Una manifestazione che in Francia e all’ estero in generale rappresenta un punto fisso nel calendario annuale dei brevetti ma che ancora mancava nel nostro paese. Bravo Piergiorgio per averci creduto, speriamo che la Freccia prenda piede anche da noi.

Per maggiori informazioni:

http://www.audax-club-parisien.com/FR/index.php?showpage=352

Se siete interessati e volete saperne di più scaricate il volantino, è in italiano e c’ è un estratto del regolamento:

Flècheflyer

2013 in archivio con il Rapha Festive 500

festive-500-2013-v1-100

Oggi ho concluso il mio secondo Rapha Festive 500. A dire la verità l’ obbiettivo era di arrivare a quota 600km ma non ci sono riuscito. Mi sono dovuto “accontentare” dei 500km (509 per la precisione), che tanto per la cronaca corrispondono al doppio esatto dei chilometri che percorro di solito in una settimana. E’ stata dura? Beh, si, soprattutto le ultime uscite dove mi sentivo parecchio stanco, complice anche una discesa con la bici a scatto fisso brakeless a metà settimana che mi ha segnato i muscoli delle gambe per i restanti giorni del challenge.

Sud Colossal

Però è stato bello. Dover pedalare sempre, incastrando gli impegni della vita quotidiana con partenze all’ alba o rientri notturni mi ha regalato momenti bellissimi anche quest’ anno.

Val d' Adige

In quasi tutte le uscite più lunghe ho preferito utilizzare la bici nuova; la Colossal si sta rivelando sempre più performante ad ogni chilometro in più che facciamo insieme (il prossimo post sarà dedicato al montaggio e a Gennaio seguirà una recensione sulle prime impressioni di guida), e poi la comodità di avere sempre le luci pronte grazie al mozzo dinamo per me è impagabile, mi da un senso liberta e sicurezza.

Chiudo il 2013 con un panorama dell’ uscita odierna, la magia del mio Garda.

Buon Anno a tutti e ci vediamo nel 2014!

Tramonto sul Garda

Anticipazioni invernali

I giorni che mancano alla fine di questo 2013 sono ricchi di appuntamenti, approfitto di una serata calma per fare il punto della situazione e pianificare per bene gli eventi.

  • Sabato 21 Dicembre:

Solstizio d’ Inverno, brevetto di200km in notturna omologato Audax Club Parisien. Ovviamente come organizzatore non posso tirarmi indietro e pedalerò insieme a tanti
amici che vorranno condividere una fantastica notte in sella sfidando il rigido clima invernale.

  • da Martedì 24 Dicembre a Martedì 31 Dicembre:

Rapha Festive 500, l’ obbiettivo è di pedalare almeno 500km durante la settimana delle festività natalizie. Non è una gara, si tratta di un challenge ideato da Rapha per spingere i
ciclisti di tutto il mondo a pedalare quanti più chilometri possibili invece di stare rintanati in casa a divorare panettoni su panettoni. Tramite Strava ed i soliti canali social sarà possibile condividere la propria esperienza; a chilometraggio raggiunto una toppa ricordo e per i
più creativi la possibilità di vincere alcuni splendidi premi. Io ci sarò, per la seconda volta, tentando di superare il chilometraggio effettuato nel 2010. A questo indirizzo i racconti del mio primo Rapha Festive.

  • Sabato 28 Dicembre:

Peri-Fosse in notturna, organizza Musseu. L’ appuntamento ufficiale è alle 19:00 a Peri, si fa la salita e si mangia la pizza a Fosse. Per il ritorno ci si organizza a piacere, chi in bici, chi in macchina. Io non so se con il lavoro riuscirò a fare combaciare gli orari, ma qualcosa mi invento (magari con andata e ritorno da casa in bici) per non perdermi questa classica.
Qui la mia esperienza dello scorso anno in compagnia di Umberto (non mi lasci solo vero?). Ovviamente per superare tutte queste sfide ci voleva qualcosa di speciale, qualcosa che mi stimolasse ancora di più ad uscire fuori con questo freddo. Così ho chiesto a Babbo Natale e lui subito mi ha accontentato, perchè in fondo sono stato bravo. Non credo che resisterò fino al 25 per aprirlo. Scusa, ma ne ho bisogno prima.
Salsa

“In winter I convinced myself there was no comfort for me from the
moment I opened my eyes, until the moment I returned home from
riding”. Rigo Zimmerman

Ma io sarò pronto.

In cerca d’ ispirazione

“Rapha Continental Tour of California”

Lontano dal pedale, troppi impegni, troppa vita frenetica che cerca di catturarmi nel suo vortice, il circolo della vita che prima o poi chiede pegno. Così fuggo come posso, anche solo con l’ immaginazione, e i ragazzi della Rapha come sempre aiutano. Da vedere, ogni singola tappa.

2011 Tour of California — Intro from RAPHA on Vimeo.

A Throw of the Dice

“Johan Museeuw, il Leone delle Fiandre”.

L’ inferno è alle porte. Domenica 10 Aprile si corre infatti la Parigi-Roubaix, una delle “classiche monumento” del ciclismo professionistico, 258km con ben 27 sezioni di massacrante pavè. La Rapha, per omaggiare uno dei protagonisti storici della corsa, ha deciso di mettere online solo per questo week-end un bel video sulla corsa e sullo spirito che veleggia nell’ aria tra i corridori che ne prendono parte, con uno spaccato sull’ incidente che occorse a Museeuw proprio sul quel mitico pavè. Da vedere, sul sito Rapha.

A Throw of the Dice – trailer from RAPHA on Vimeo.

And the winner is…

“Rapha Festive 500, i vincitori”

Dopo una lunga attesa la Rapha si è finalmente pronunciata sui vincitori del concorso Festive 500:

  1. Bjarte Bjorgen Olsen, dalla Norvegia, ha girato un bel video a documentare la sua impresa in una terra decisamente scomoda per la pratica del ciclismo in inverno… e noi non lamentiamoci! Vince un bel set d’ abbigliamento Rapha, pantaloni lunghi, maglia e cappello. Molte foto anche sul suo blog.
  2. Daniel Carruthers, neo zelandese trasferito in Cina, per lui un totale di 726km in un clima decisamente più “facile”. Un altro mondo, in tutti i sensi, bellissimi gli scatti (visibili sul suo blog) di un paese dal sapore antico e ancora molto rurale, lontano dalla Cina che passa attraverso i media. Per lui una bella luce della Hope.
  3. Emily Brock, dagli Sati Uniti, Carolina del nord, una delle poche donne ad aver concluso la prova, chapeau. Anche per lei tanto freddo e neve, ma la motivazione ha prevalso su tutto. Racconta quest’ avventura sul suo blog. Come premio un bel paio di guanti invernali Rapha.
  4. Rupert Cox, dalla California e pensate, 12 anni! Fare 500km in una settimana a quell’ età, beh, non ci sono parole, anzi una c’ è, determinazione. Vince un annual di Rouleur, la migliore rivista di ciclismo in circolazione (secondo me), e se lo merita proprio.

Per gli altri 91 (me compreso) resta la soddisfazione di aver concluso l’ impresa e il badge ricordo dell’ evento che verrà recapitato a casa.

Sul sito Rapha l’ elenco completo.


Notturna al Passo Fittanze

“SMS: confermato, mercoledì sera Sdruzzinà”

Il mittente, Musseu, i destinatari, chi ha voglia di una sfida fuori dalle righe. Eh si, perchè il Passo Fitanze della Sega è già uno sporco affare in stagione, in inverno e per giunta di notte…meglio non pensarci.

L’ appuntamento è fissato per domani, ore 19:30 a Sdruzzinà, tra Ala e Avio, sede di partenza di una delle salite più difficili del Trentino Alto-Adige e non solo. Visto che le temperature previste per la serata di domani sono clementi, il programma è il seguente: ore 18:00 partenza da Arco in bici, a Sdruzzinà incontro con Giorgio & friends che arrivano dal lato Veneto, scalata al passo Fittanze in compagnia e ritorno verso casa a notte inoltrata (sempre in bici).

90Km previsti, ore in sella non pervenuto. Per un’ idea di cosa ci aspetta, qui c’ è la mia prima scalata al valico lo scorso febbraio, sempre merito di Musseu.